Ricomposizione ambientale dell’ex discarica di Tolentino

Breve descrizione dei lavori:

Il progetto in oggetto persegue l’obiettivo del risanamento ambientale dell’area occupata dalle ex discariche di Tolentino e di San Severino Marche, ai fini di garantire il completo recupero dell’area.

Le opere eseguite sono state essenzialmente:

1)Intervento diriprofilatura della superficie della discarica, finalizzato alla stabilizzazione del pendio mediante la riduzione delle pendenze massime esistenti, in parte determinatesi dallo scivolamento a valle della massa di rifiuti verificatosi negli anni scorsi; la riprofilatura è stata impostata in modo da contenere le attività di movimentazione dei rifiuti, prevedendo la formazione di una scarpata unica con pendenza massima del 22%;
2)Impermeabilizzazione superficiale della discarica: per garantire una drastica riduzione della immissione di acque meteoriche nel corpo della discarica mediante la realizzazione del sistema di copertura della discarica (capping) mediante l’impermeabilizzazione dell’intera area interessata dai rifiuti con l’impiego di un telo in HDPE ruvido su entrambi i lati, dello spessore di 1,50 mm;
3) Realizzazione di un sistema di regimazione e convogliamento delle acque superficiali, realizzata mediante predisposizione di un fosso in terra impermeabilizzato con telo in HDPE ancorato al telo di copertura della discarica, ottenuto attraverso la risagomatura della superficie finale della discarica con le opportune pendenze verso le canalizzazioni di raccolta e convogliamento verso valle delle acque meteoriche, con scarico nel Rio Maricella;
4) Realizzazione di una trincea drenante per il percolato,contestuale all’intervento di cui al punto 1, costituito al piede della discarica, estesa a tutto il fronte dei rifiuti ed avente una profondità minima di 1,60 m;
5) Realizzazione di una trincea drenante profonda per il percolato, alla profondità di circa 8,00 m dal piano campagna, posizionata poco a monte rispetto alla trincea precedente, realizzata contestualmente alla struttura di contenimento;
6) Realizzazione di una struttura di contenimento della spinta dei rifiuti alla base della discarica costituita da una fila di pali trivellati, del diametro di cm 120 e distanziati di cm 60, gettati in opera con calcestruzzo armato, collegati da travi orizzontali di irrigidimento della struttura ed intirantati con doppia fila di tiranti.